PERICOLO VALANGHE. VALLELUNGA, EVACUATE 166 PERSONE

Sono terminate con successo le operazioni di evacuazione a Vallelunga, in alta Val Venosta, dove 166 persone tra turisti e residenti sono stati portati in salvo da 7 elicotteri dell’esercito, dei carabinieri e della guardia di Finanza, il cui intervento è stato deciso dai responsabili della protezione civile a seguito dell’elevato pericolo di valanghe. Nel dettaglio, si tratta di 80 ospiti dell’albergo “Langtauferer Hof”, una quindicina di turisti in vacanza in una piccola pensione a velle e numerosi residenti del posto. Di notte alcune slavine si sono abbattute nella zona andando a lambire alcune costruzioni.  Una slavina ha travolto un edificio scolastico attualmente chiuso. Un’altra slavina  ha colpito e danneggiato una casa  fortunatamente senza causare feriti. La massa di neve ha danneggiato il piano superiore dell’abitazione, mentre le persone si trovavano a pianterreno. Nel frattempo, come detto,  l’esercito è stato impegnato nell’evacuazione di oltre 150 persone. Sette elicotteri hanno fatto la spola tra Vallelunga  e San Valentino in Campo, dove al campo sportivo è stata allestita una zona di atterraggio. Tutta la zona è rimasta priva di corrente elettrica.

Il governatore altoatesino Arno Kompatscher ed il commissario del governo Vito Cusumano hanno effettuato un sopralluogo in zona. La situazione reste problematica ma sotto controllo.

Intanto, mentre è proseguito a pieno ritmo il piano di evacuazione a Vallelunga, resta alto il pericolo valanghe in Alto Adige.Nel frattempo è stata riaperta la strada statale che porta a Passo Resia. In val Senales, dove da domenica sono rimasti bloccati centinaia di turisti, proseguono i lavori di sgombero della strada con delle frese, dopo il distacco pilotato di alcune valanghe. (fm) (foto: vigili del fuoco e Provincia di Bolzano) (Nel video ascolta l’intervista al governatore Arno Kompatscher)

(In questo video le operazioni di evacuazione a Vallelunga)

23 Gennaio 2018


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

PARTE DA BOLZANO LA STAGIONE DI PECHINO 2022 DELLA FEDERGHIACCIO ITALIANA

Parte da Bolzano l’avventura olimpica e paraolimpica di Pechino 2022 della Federazione Italiana sport del ghiaccio. Tre giorni di eventi nel capoluogo altoatesino per gli atleti azzurri, hockey escluso, presenti campioni del pattinaggio velocità come il pinetano Pietro Sighel e il trentino Andrea Giovannini e il pattinatore di artistico meranese Daniel Grassl. Piazza Walther ha … Continua a leggere

UN NUOVO DECESSO IN ALTO ADIGE PER IL COVID

Un nuovo decesso in Alto Adige per il Covid. I nuovi casi sono 73 su poco più di 8.900 test analizzati. I pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 22, sette quelli ricoverati in terapia intensiva.

ESCURSIONISTA FERITA SULLA FERRATA PISETTA

Intervento del soccorso alpino nella valle del Sarca. Una escursionista ceca di 24 anni è stata colpita ad un braccio da una scarica di sassi mentre si trovava a circa metà percorso della ferrata Pisetta. La ferita è stata trasportata con l’elicottero all’ospedale S.Chiara di Trento.

Eventi Radio NBC

NELLA VALIGIA CHE C’E’?

RADIO NBC RETE REGIONE – LA RADIO DELLE ALPI SI COMPLIMENTA CON ELEONORA TIBALDO DI BOLZANO VINCITRICE DEL SUPERPREMIO, ANELLO IN ORO CON BRILLANTI, DEL VALORE DI € 1.190,00

SINDROME DI DOWN

In occasione della giornata mondiale della sindrome di Down (21 marzo), istituita nel 2011 dall’Onu, sono state presentate a Bolzano una serie di iniziative. 4 associazioni locali (Associazione Family Day, Provita&Famiglia, Movimento per la vita, Il Sorriso) si sono coordinate per sensibilizzare l’opinione pubblica sul rispetto dovuto a queste persone, anche in considerazione dei loro … Continua a leggere

IL VESCOVO E SAN GIUSEPPE

Nella lettera pastorale di qualche giorno fa, il vescovo di Bolzano e Bressanone Ivo Muser, ha lanciato la proposta alla Provincia di Bolzano di introdurre in Alto Adige la festa patronale il 19 marzo, festa di San Giuseppe, in sostituzione del lunedì di Pentecoste, festivo in Alto Adige. Sara’ la Provincia di Bolzano a decidere … Continua a leggere