I CARABINIERI ARRESTANO A CERMES TRE ALBANESI RESPONSABILI DI NUMEROSI FURTI IN APPARTAMENTI

I carabinieri di Padova hanno arrestato tre albanesi responsabili di numerosi furti in appartamenti anche in Alto Adige.  Decine invece i furti sventati dall’intervento dei militari durante le indagini, durate oltre un mese. I carabinieri di Padova, in coordinamento con i colleghi di di Abano e di Este, giorni fa hanno intercettato una vettura che si aggirava per il territorio di Montegrotto. I militari l’hanno seguita per ore, impedendo, di fatto, ai quattro occupanti di portare a termine decine di furti. Osservandoli a distanza, i carabinieri hanno notato in più occasioni uno o due passeggeri, vestiti di nero e con guanti, scendere dalla macchina e tentare di balzare all’interno delle abitazioni. A quel punto è scattato il piano dell’Arma: simulando un controllo stradale, nel rodigino, gli investigatori hanno fermato l’auto con i tre albanesi, limitandosi a denunciarli per possesso di arnesi da scasso, e sequestrando poi loro l’auto dopo aver accertato che il conducente era senza patente. Individuati, i tre albanesi, clandestini e pregiudicati, sono stati seguiti e visti far ‘visita’ anche a 10-15 case per notte. Sospettando di essere stati scoperti, gli indagati si sono spostati in Trentino Alto Adige  dove sono stati però raggiunti dai carabinieri che con un blitz li hanno arrestati in una pensione di lusso a Cermes (Bolzano). Nei giorni precedenti l’Arma aveva recuperato mezzo kg di preziosi, nascosti dai tre albanesi nel giardino dell’albergo: anelli, bracciali, orologi di pregio, ma anche semplici fedi nuziali, con incise date di matrimonio e nomi degli sposi derubati. Uno dei tre, durante le fasi di identificazione, ha tentato di fuggire saltando dalla finestra del primo piano della caserma, ma è stato raggiunto e arrestato anche per evasione.

17 dicembre 2014


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

Eventi Radio NBC