LAVORO. SETTORE DEL PORFIDO IN PROFONDO ROSSO IN TRENTINO, PERSI 1.400 POSTI IN 15 ANNI

Non si arresta la perdita di posti di lavoro nel settore del porfido trentino. Gli ultimi in ordine di tempo ad essere licenziati sono stati i dipendenti dell’Industria italiana porfido, sorte analoga sembra attendere anche gli addetti dell’azienda Porfidi Montebarco. Entrambe le realtà operano sul territorio comunale di Albiano. Per questa ragione Fillea Cgil e Filca Cisl hanno chiesto un incontro urgente con il sindaco Erna Pisetta. Come noto la legge sulle cave prevede che se si compromettono i livelli occupazionali si arrivi alla revoca delle concessioni. I comuni dunque hanno l’obbligo di verificare e, se si verificano le condizioni, di intervenire sulle concessioni. Parallelamente spetta alle amministrazione comunale anche la verifica del rispetto dei livelli minimi di escavazione previsti dalla legge.

Ascolta l’intervista a Maurizio Zabbeni della Fillea Cgil


18 Maggio 2016


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

VOLLEY CHAMPIONS LEAGUE, ITAS TRENTINO ESPUGNA BERLINO 3-0

L’Itas Trentino mette in cassaforte il passaggio in semifinale di Champions League. Ieri sera in terra di Germania i gialloblù nella gara di andata dei quarti di finale superano per 3-0 il Berlin Cycling Volley. Un risultato mai in discussione e decisamente promettente in vista della gara di ritorno, in programma il 29 febbraio a … Continua a leggere

ICE HOCKEY LEAGUE, BOLZANO MISSIONE COMPIUTA A GRAZ

Missione compiuta in terra di Carinzia. L’hockey club Bolzano Alto Adige Alperia è ai playoff, per la decima volta in undici stagioni. I biancorossi conquistano la certezza matematica grazie a una netta vittoria in casa del fanalino di coda Graz: 0 a 7 il risultato finale, in un match sempre in discesa per la compagine … Continua a leggere

SILANDRO, UN MORTO NELLA CANTINA INVASA DAL FUMO

Tragico l’esito dell’incendio divampato nella serata di sabato in una cantina nel centro di Silandro in Val Venosta. Una persona è stata trovata esanime dai vigili del fuoco nella cantina invasa dal fumo, ed è stata trasportata all’ospedale di Silandro, dove però è deceduta in rianimazione. Altre tre persone sono state portate all’ospedale per intossicazione … Continua a leggere