NESSUNA CORRUZIONE ELETTORALE. DALPRA’ E CORONA ASSOLTI

dalpra

Nessuna corruzione elettorale. Paolo Dalprà (foto) e Giuseppe Corona sono stati assolti in appello perché il fatto non sussiste. I due esponenti degli Schützen (all’epoca rispettivamente capo e vice) erano finiti a processo nel 2016 per corruzione elettorale, assieme al consigliere provinciale del Patt Lorenzo Baratter. Quest’ultimo aveva ottenuto la messa alla prova, Dalprà e Corona avevano affrontato il processo. In primo grado erano stati condannati a 5 mesi e 10 giorni. In appello sono risultate vincenti le tesi della difesa che ha dimostrazione l’insussistenza dell’accusa di un accordo corruttivo. Al centro della vicenda una lettera del 2013, un accordo con in calce le firme di Baratter, Dalprà e Corona per il presunto versamento di 500 euro al mese alla Federazione degli Schützen in caso di elezione in consiglio provinciale. Il reato contestato era quello di corruzione elettorale: gli Schützen avrebbero sostenuto Baratter e Corona e, in caso di elezione, Baretter e Corona si sarebbero impegnati a pagare 500 euro al mese agli Schützen per i 5 anni in cui fosse durata la legislatura provinciale.  I giudici hanno però stabilito che non si trattava di un accordo corruttivo e per Dalprà e Corona è arrivata la piena assoluzione perchè il fatto non sussiste. L’assoluzione è passata in giudicato il 12 marzo 2019.

1 luglio 2020


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

Eventi Radio NBC