Sport

HOCKEY SERIE A SEMIFINALI. IL RENON STENDE IL VALPUSTERIA E ACCEDE ALLA FINALE CON L’ASIAGO

l Renon gioca una gara esemplare dal punto di vista tattico e vince la serie di semifinale per 4-2 contro il Val Pusteria. Il successo dei Buam è tutto concentrato nel primo tempo. Rissmiller in powerplay e Ansoldi con un bel gol mettono in difficoltà i Lupi. I gialloneri cercano la reazione, a volte timida, per 50′ ma la trovano solo a 22 secondi dalla sirena finale con Scandella. Troppo tardi per recuperare. Finisce 2-1 per il Renon che giocherà la finale scudetto, sempre al meglio delle 7 gare, contro l’Asiago che avrà il vantaggio della pista. Prima gara all’Odegar di Asiago il prossimo 26 marzo.

Serie A – Itas Cup – 53esima Giornata – Quarta Fase – Risultato 21 marzo 2015 – Playoff – Gara 6 – Semifinali (best-of-seven)

Rittner Buam – HC Val Pusteria Lupi 2-1 (2-0/0-0/0-1)
Marcatori: 07:55 (1-0) P.Rissmiller (L.Ansoldi/E.Johansson); 09:50 (2-0) L.Ansoldi; 59:38 (2-1) G.Scandella (T.Makela/A.Berzins) con l’e.a.;
Rittner Buam: F.Weinhandl 60:00 (R.Fink); C.Borgatello, R.Rampazzo, T. Ramsey, I.Gruber, A.Ambrosi, I. Tauferer, A.Alber; P. Rissmiller, E.Scelfo, L. Felicetti, E.Johansson, J.Kostner, A.Eisath, D.Tudin, M.Spinell, S.Kostner, L.Daccordo, L.Ansoldi, M.Quinz, T.Spinell; Allenatore: M. Raymond;
Val Pusteria: G.Kuhn 58:48 (P.Kosta); A.Helfer, T.Makela, I.Althuber, D.Glira, D.Elliscasis, A.Hofer, H. Tiefenthaler; R.Berzins, P. Rizzo, G.Scandella, P.Bona, V.Schweitzer, B.Obermair, A.Obermair, M.Oberrauch, L.Crepaz, P.M. Devos, R.Andergassen, T.Pichler, L.Tauber; Allenatore: M.Richer
Tiri in porta: Rittner Buam 36 (18/10/8) – Val Pusteria 35 (8/13/14)
Penalità: Rittner Buam 5×2’ – Val Pusteria 3×2’
Spettatori: 2000
Arbitri: Luca Cassol e Daniel Gamper; Giudici di linea: Marco Mori ed Ulrich Pardatscher;

Dopo la vittoria in Gara 5 a Brunico, il Renon si presenta sul ghiaccio di casa per tentare di chiudere i conti di una serie di semifinale che vede i Buam in vantaggio per 3-2 dopo aver vinto con lo stesso punteggio (3-2) le ultime due partite di semifinale. Il Val Pusteria, invece, è obbligato alla vittoria se vuole forzare la serie alla decisiva Gara 7 dopo essere stato ripreso nella serie. I Lupi di Brunico, infatti, non sono riusciti ad allungare dopo aver ottenuto due successi in Gara 2 e Gara 3. In casa Renon tutti presenti ad eccezione del lungo degente Max Ploner. Confermato il turn-over per Di Benedetto. Il Val Pusteria ritrova Lukas Tauber dopo una gara d’assenza per influenza. Harrasser non è a roster mentre è sempre infortunato Erlacher.
Val Pusteria che si schiera sempre con la sua prima linea d’attacco principale, Oberrauch-Devos-Scandella, mentre per le altre, si registra qualche cambiamento con l’intento di scuotere la formazione giallonera che deve assolutamente vincere. Dopo una fase di studio è Ivan Tauferer, per i padroni di casa, a portare il primo pericolo della serata. Sull’altra sponda il Brunico fa più fatica ad arrivare dalle parti di Weinhandl che dopo più di 6’ deve fare un primo vero intervento. Per sbloccare il risultato serve la prima penalità dell’incontro. Fuori Makela, il Renon passa dopo lunga insistenza. Johansson si smarca bene sulla destra e passa al centro dove Rissmiller fa valere le sue doti anche di scorer. La reazione dei gialloneri arriva quasi subito. Berzins colpisce la traversa per quella che rimane l’occasione più nitida del primo tempo a favore degli ospiti. Non sbaglia, quasi a metà tempo, Luca Ansoldi che sembra vivere una seconda giovinezza. Con una sua spettacolare azione fa secco un difensore giallonero e poi deposita in rete un gol pesantissimo. Time-out immediato di coach Richer per un Brunico che parte male ma c’è un’eternità per recuperare. Nella restante parte del tempo, il Val Pusteria gode di una superiorità ma non succede molto. Il disco gira ma non arrivano conclusioni degne di nota. Il Ritten sembra più voler controllare nella restante parte del tempo. Il Val Pusteria chiude in crescendo la fase offensiva, complice, un’altra penalità a Tudin ma i Buam per questo primo drittel si congedano con doppio vantaggio per i Lupi assai poco famelici dalla blu offensiva in poi. Prima volta nella serie che il Renon si porta su un iniziale doppio vantaggio.
Nella seconda frazione si aspetta la reazione di un Val Pusteria che stenta ad ingranare. Il merito è di un Renon che gioca tatticamente un tempo perfetto aspettando l’azione degli avversari che risulta poco fantasiosa e molto ripetitiva. Sembra mancare un po’ d’energia al team pusterese, invece, che dovrebbe metterci più forza. Nei minuti iniziali Helfer, Devos, e Rissmiller abbozzano dei tiri ma nulla di eclatante. Al 23’ nuova superiorità numerica degli ospiti: ancora una volta buone e veloce circolazione del disco ma i tiri veri sono pochi e quando arrivano Weinhandl c’è. I minuti passano. Brunico non pervenuto. La seconda parte del tempo è sicuramente più interessante. Dal 33’ squadre più reattive. Ramsey e Berzins nei rispettivi slot non concretizzano mentre al 35’ Rissmiller reclama un gol, dopo colossale mischia, ma gli arbitri annullano senza appello. Al 36’ occasione per riaprire la gara di Scandella ma il tiro di Scandella si perde via. Ancora Brunico nel finale. Hofer a botta sicura ma Oberrauch involontariamente devia il puck e salva Weinhandl. Al secondo riposo, Renon sempre avanti per 2-0.
Nella terza frazione non cambiano i temi tattici. Val Pusteria che ha l’obbligo di riaprire la gara ma trova davanti un Renon capace con molta determiazione di fermare la truppa giallonera. I tiri non mancano ad inizio periodo. Val Pusteria ci prova con tre conclusioni ravvicinate ma nulla da fare. Al 42’ episodio che lascia il Renon senza Luca Ansoldi che riceve un disco sul ginocchio e deve uscire. Al 46’ un piccolo sussulto con Bona e Rizzo che creano qualcosa ma il disco non entra. Al 48’ time-out Renon per prepararsi all’assalto finale dei Lupi che sembra poter arrivare poco dopo per la penalità a Simon Kostner. Il penalty killing dei padroni di casa non lascia scampo. Tra il 53’ e 55’ altra piccola accelerazione degli ospiti ma ci vuole altro per la granitica difesa dei Buam. Kuhn lascia la porta al 58:48. I gialloneri all’attacco e ci provano con tre conclusioni pericolose ma Weinhandl resiste ma nulla può sul tocco morbido di Scandella che devia in porta una fucilata di Makela. Mancano 22’’ alla fine del terzo tempo. Troppo pochi. Renon vince per 2-1 e conquista la serie per 4-2. I Buam tornano in finale e difenderanno lo scudetto contro l’Asiago.
Il Val Pusteria chiude la stagione con una sconfitta nella stessa pista in cui aveva esordito lo scorso 18 settembre quando l’anno agonistico sembrava foriero di gradi soddisfazioni per i Lupi che avevano battuto il Renon in Supercoppa. Ma da quella partita le soddisfazioni del Brunico non ci sono più state. Per lo scudetto bisognerà aspettare una nuova stagione.

FINALE SCUDETTO – SERIE A – ITAS CUP – STAGIONE 2014/15 – (best –of seven)
Asiago Hockey 1935 – Rittner Buam
A partire dal 26 marzo inizierà all’Odegar di Asiago la serie per assegnare lo scudetto che avrà termine con eventuale Gara 7 il prossimo 9 aprile.
La finale scudetto della Serie A – Itas Cup, stagione 2014/15, sarà Asiago contro Renon. Questo abbinamento non è inedito visto che la squadra stellata ha vinto il secondo scudetto della sua storia proprio contro il Renon nella stagione 2009/10.
La squadra di Collalbo, quindi, dopo aver rivinto la Coppa Italia, difenderà anche il suo primo scudetto, conquistato quasi un anno fa a spese del Val Pusteria (4-2 nella serie). Di fronte un Asiago che cercherà di ritornare al massimo gradino italiano dopo i quattro successi ottenuti nelle stagioni 2000/01 (contro Milano per 3-1 nella serie), 2009/10 (4-0 contro il Renon), 2010/11 (4-2 contro il Val Pusteria) e 2012/13 (4-1 contro il Valpellice).
Per l’Asiago si tratta della decima finale scudetto, per il Renon della sesta finale scud

21 Marzo 2015


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

TRENO MERCI DERAGLIA IN STAZIONE A BOLZANO

Nella stazione ferroviaria di Bolzano nel pomeriggio è deragliato un treno merci. Il deragliamento sta causando notevoli problemi alla circolazione ferroviaria con pesanti ritardi, visto che è in funzione un solo binario di accesso alla stazione per i treni sulla linea del Brennero. Sul posto la polizia ferroviaria, i vigili del fuoco e personale delle … Continua a leggere

IT ALERT, BUONA LA PRIMA PER IL TEST IN TRENTINO SU MEZZO MILIONE DI SMARTPHONE

Oltre mezzo milione di cellulari ha suonato pressoché all’unisono in tutto il Trentino. Il test di IT alert, sistema di allarme pubblico che la Protezione civile lancerà ufficialmente a inizio 2024, è scattato secondo le previsioni: a mezzogiorno il messaggio di avviso è apparso sugli schermi degli smartphone, anticipato da un segnale acustico del tutto … Continua a leggere

NUOVE POLEMICHE PER UN MANIFESTO DELLA SÜD-TIROLER FREIHEIT

Nuove polemiche per un manifesto della Sued-Tiroler Freiheit. Ad essere contestato lo slogan “espellere stranieri criminali” con la foto di una mano che impugna un coltello. In passato erano finiti in Tribunale anche un manifesto di una scopa che cancellava il verde del tricolore, lasciando solo il bianco e rosso della bandiera tirolese, come anche … Continua a leggere