Sport

HOCKEY SERIE A. COMANDANO RENON E PUSTERIA

Il 24esimo turno conferma Renon e Val Pusteria in prima e seconda posizione. I Buam passano facilmente all’Olimpico contro un Cortina mai entrato in gara. Il Val Pusteria piega il Valpellice a domicilio grazie al terzo tempo. Cade ancora il Vipiteno e lo fa ad Asiago: stellati in grande spolvero con sette marcatori diversi. Asiago che a questo punto rincorre proprio i Broncos per il terzo posto. Derby ladino vero ed emozionante al Pranives. Vince il Gherdeina per 3-2 all’overtime contro un Fassa che domina il secondo tempo ma raccoglie poco contro Moffat e compagni. Ma non c’è sosta. Il 30 dicembre di nuovo in pista per l’ultima giornata del 2015.

Gherdeina – Fassa 3-2 d.t.s.

Dopo una vittoria contro la capolista renon ed una sconfitta di misura a Brunico, il Gherdeina si ripresenta in casa per dare seguito alle buone prestazioni ottenute con la nuova guida tecnica di Uli Egen. L’avversario di turno è il Fassa nel classico derby ladino. La squadra fassana è in serie negativa da tre turni ma rimane sempre al quinto posto. I padroni di casa si presentano con le assenze di Simon Vinatzer e Daniel Costa. Il Fassa deve rinunciare a Veggiato, Casagranda e Valeruz. Rispetto all’ultimo incontro c’è Costantin.

Tutto esaurito allo stadio Pranives di Selva per questa 24° giornata di campionato tra il Gardena e il Fassa. I primi dieci minuti passano senza grandi sussulti: entrambe le formazioni si studiano a vicenda e sono poco concrete davanti alle porte. Quando il Gardena sale di tono riesce a passare in vantaggio con una rete di Benjamin Kostner al 13°. Prima della Pausa Benjamin Bregenzer insacca il 2:0 per i padroni di casa. Il Fassa tiene bene il campo ma non riesce ad impensierire più di tanto la retroguardia ladina.

Alla ripresa sono nuovamente le “furie” ad avere le migliori occasioni, che non vengono però sfruttate. Di conseguenza i “falcons” prendono coraggio e impegnano seriamente Gianluca Vallini. Quest’ultimo al 29° viene battuto per la prima volta da Vaskivuo che dimezza lo svantaggio. Le “furie” fanno fatica a ritrovare il ritmo di gioco e vengono castigate per la seconda volta dal gol di Jason Lepine che pareggia i conti. Gli ultimi minuti del secondo drittel vedono una maggiore preponderanza dei trentini che sfiorano anche il vantaggio ma il tempo, assolutamente frizzante, si chiude in parità.

Il terzo tempo vive una fase di stallo. Le due squadre hanno speso tanto. Il Gherdeina nel primo tempo, il Fassa nel secondo. Gli attacchi non riescono a trovare gli sbocchi e quando li trovano i rispettivi portieri rispondono presente. Nel finale di tempo due brividi per Tragust che si salva in qualche modo. Si va all’overtime dove decide l’esperienza di Fabrizio Senoner che regala gol e vittoria ai gardenesi quasi allo scoccare del 65’. Un successo che permette al Gherdeina di distanziare nuovamente il Cortina fermo all’ultimo posto. Il Fassa con il punto conquistato rimane al quinto posto con due punti di vantaggio sul Valpellice prossimo avversario allo Scola.

Asiago – Vipiteno 7-1

La formazione di casa torna a giocare all’Odegar dopo il successo in Val di Fassa che ha permesso agli stellati di rafforzare il quarto posto. Il Vipiteno, invece, è stato sconfitto inaspettatamente dal Cortina. Interessante scontro questa sera per i Broncos che al terzo posto devono guardarsi dal ritorno dei vicentini.
Notizie importanti per la difesa di coach Lefebvre: l’Asiago ritrova Dan Sullivan che torna a roster dopo tre giornate di squalifica oltre ad Enrico Miglioranzi che ha smaltito i postumi dell’infortunio alla spalla contro il Renon dello scorso 22 ottobre. Sempre assente Lutz. Per turnover fuori Luciani mentre il nuovo difensore Sova non ha ancora esordito.
I Broncos recuperano Demetz in porta ma devono rinunciare all’ultima partita a Kruselburger, Trenkwalder e Gschnitzer, oltre alle note assenze di Maffia, Steiner e Deluca.

Partenza bruciante dell’Asiago che nei primi cinque minuti di partita regola senza affanni gli avversari con i gol di Bentivoglio e Magnabosco. Il terzo gol arriva con un’azione assistita. Da dietro porta Nigro per Presti che non sbaglia. Siamo appena al 10’ e l’Asiago avanti per 3-0. Forse non ci si aspettava un Vipiteno così arrendevole pur contro un Asiago in grande crescita. Anche il secondo periodo non lascia scampo ai Broncos. Daniel Sullivan e Layne Ulmer calano il pokerissimo quando siamo al 26’. La partita per gli ospiti diventa un vero incubo. Non c’è intesa tra i reparti ed ogni disco giocato dagli altoatesini diventa difficile da gestire. Una situazione inedita per i Broncos, abituati ad un gioco veloce e concreto. La partenza di Lazo può aver inciso, oltre all’influenza del ristabilito Demetz, ma il Vipiteno appare proprio in affanno.

Nel terzo tempo il Vipiteno s’innervosisce e prende quattro penalità di fila. Sulla terza superiorità succede di tutto al 48’. Gli stellati infilano il 6-0 con Nigro. Stampfer risponde 31 secondi dopo e realizza il gol della bandiera. Ma non c’è tempo per fiatare. I vicentini rimettono le distanze con Tessari. In 39 secondi 3 gol. Sul finale di gara i Broncos possono gestire tre superiorità ma non succede più nulla.

Asiago annichilisce il Vipiteno per 7-1 e si avvicina al gran galoppo proprio alla terza posizione dei Broncos che ora sono a sei punti dagli stellati.

Valpellice – Val Pusteria 2-5

Dopo la pesante sconfitta a Collalbo per S.Stefano, il Valpellice ritorna a giocare in casa e sfida il Brunico che viaggia in seconda posizione in classifica. I Bulldogs ritrovano un giocatore importante come Caletti. Rispetto alla trasferta altoatesina non ci sono Olivero e Michelin Salomon. A roster anche Matteo Mondon Marin. Il Brunico deve rinunciare a Ryan Kavanagh che si è fatto nel primo tempo contro il Gherdeina nel turno precedente e dovrà stare assente per qualche turno. Assente anche Elias Thum.

L’inizio è di marca pusterese. La squadra altoatesina smuove il punteggio al 5’ con un’indecisione della squadra di casa. Maylan ringrazia ed infila Madolora. I Bulldogs tornano a respirare per la penalità di Willeit ma non succede molto. L’inerzia della gara è sempre in mano ai gialloneri che chiudono la prima frazione con il minimo vantaggio.

Nella ripresa il Val Pusteria si complica la vita con due penalità di fila a Maylan ed Althuber. Protagonista di queste superiorità è Beca Sul primo powerplay l’attaccante della Valpe è lesto ad insaccare il pareggio. Sul secondo lo stesso Beca termina un’azione tutto di prima e porta in vantaggio i torresi. Quando si torna a giocare in parità il Brunico riprende a fare la gara. Ancora un errore condiziona la gara dei piemontesi. Maylan sfrutta un errore sul cambio e s’invola verso Madolora. L’estremo dei Bulldogs para ma poi deve subire il gol dell’accorrente Erlacher. I gialloneri ospiti cercano anche il vantaggio ma il tempo si chiude in parità.

Il terzo tempo parte subito con un’emozione. I Lupi fanno gol con Schweitzer in powerplay dopo appena 41 secondi di gioco. La rete galvanizza gli ospiti che trovano in mischia il colpo vincente di Max Oberrauch (43’). Sul doppio vantaggio il Brunico può gestire meglio la gara. Tuttavia la Valpe ci prova anche togliendo largamente in anticipo il portiere. La rete di Scandella sancisce il definitivo 5-2 del Val Pusteria che si dimostra in buon momento di forma e rimane l’unica squadra a correre dietro ai Buam capolisti. La Valpe trova una seconda sconfitta consecutiva e rimane al sesto posto.

Cortina – Renon 1-5

Dopo la vittoria a Vipiteno, il Cortina ritorna all’Olimpico per sfidare la capolista Renon. I Buam sono tornati alla vittoria in maniera convincente contro il Valpellice. Per la formazione veneta si registrano sempre alcune assenze. Riccardo Lacedelli si è infortunato ai legamenti nell’incontro in Alta Val d’Isarco e la sua mancanza si aggiunge a quelle di Vallazza, Fontanive, Bravin e Caffi. Ritorna Marco Sanna che era assente dalla prima squadra dal 24 ottobre. I Buam devono sempre rinunciare a Frei e Waldner.

Il Renon parte per gradi e con il passare dei minuti mette pressione alla porta di Martino Valle Da Rin. E’ Mark Van Guilder ad aprire le marcature. L’attaccante dei Buam respinge un disco lasciato davanti porta dall’estremo ampezzano. La capolista ci prende gusto ed abbatte piuttosto facilmente la difesa degli ampezzani. Dopo metà tempo Scelfo, ancora Van Guilder (in inferiorità) e Tudin (in powerplay), legittimano la pesante superiorità emersa nella prima frazione che termina con un eloquente 4-0 a favore della squadra di Collalbo.

La formazione cortinese continua ad essere in balia della capolista che piazza il pokerissimo con Thomas Spinell al 25’. Sul 5-0 la potenza offensiva dei Buam si placa e la partita viva una fase di stanca in cui non succede granché in un match ormai già segnato a favore degli ospiti. Nel terzo tempo si continua a giocare con qualche maggiore intraprendenza degli ampezzani. Cole si prende un 2’+2’ . Cortina sposta il baricentro in attacco e sigla il gol della bandiera al 50’ con Wunderer. C’è tempo anche per una rissa tra Crowley e Ploner che è l’ultima emozione di una gara a senso unico. Finisce 5-1 per il Renon che continua la sua marcia in testa alla Serie A. Cortina ritorna in ultima posizione.

Serie A – Stagione Regolare 2015/16 – Risultati 24° Turno
Lunedì 28 dicembre

Asiago Hockey 1935 – SSI Vipiteno Weihenstephan Broncos 7-1 (3-0/2-0/2-1)
Marcatori: 03:10 (1-0) S.Bentivoglio (L.Casetti/M.Sullivan); 05:25 (2-0) M.J.Magnabosco (L.Casetti/S.Bentivoglio); 10:10 (3-0) M.Presti (D.Iori/A.Nigro); 23:39 (4-0) D.Sullivan (M.Stevan/F.Benetti); 26:03 (5-0) L.Ulmer (M.Sullivan/S.Bentivoglio); 48:08 (6-0) A.Nigro (L.Ulmer/M.J.Magnabosco) in sup.num.; 48:37 (6-1) R.Stampfer (T.Kofler/D.Fabris); 48:47 (7-1) M.Tessari (F.Benetti/M.Presti);
Arbitri: Glauco Colcuc e Fabio Lottaroli ; Giudici di linea: Nicola Basso e Stefano Giovanni Terragni

HC Gherdeina valgardena.it – Fassa Falcons 3-2 d.t.s.
Marcatori: 12:59 81-0) B.Kostner (D.Peruzzo/I.Demetz) in sup.num.; 19:21 (2-0) F.Kostner (B.Bregenzer/L.Moffatt); 38:25 (2-1) M.J. Vaskivuo (J.Lepine/M.Castlunger); 32:25 (2-2) J.Lepine (M.J. Vaskivuo/M.Vas); 64:59 (3-2) F.Senoner (D.Eastman/J.Mercier);
Arbitri: Claudio Ferrini e Karl Pichler; Giudici di linea: Mirjam Gruber e Manuel Manfroi

HC Valpellice Bodino Engineering – HC Val Pusteria 2-5 (0-1/2-1/0-3)
Marcatori: 05:54 (0-1) J.Maylan (F.Bouchard/C.Willeit); 24:23 (1-1) M.Beca (S.Della Rovere/D.Nicoletti) in sup.num.; 28:51 (2-1) M.Beca (A.Petrov/D.Nicoletti) in sup.num.; 35:06 (2-2) T.Erlacher (J.Maylan/F.Bouchard); 40:41 (2-3) V.Schweitzer (R.Andergassen/J.Maylan) in sup.num.; 43:41 (2-4) M.Oberrauch (K.Devergilio/I.Althuber); 56:10 (2-5) G.Scandella (K.Devergilio/D.Elliscasis) a porta ed inf.num.;
Arbitri:Simone Lega e Nadir Ceschini; Giudici di linea: Federico Pace e Federico Gilmozzi

Sg Cortina Hafro – Rittner Buam 1-5 (0-4/0-1/1-0)
Marcatori: 07:42 (0-1) M.Van Guilder (D.Ceresa/S.Kostner); 13:21 (0-2) E.Scelfo (F.Ebner/D.Tudin); 14:25 (0-3) M.Van Guilder (D.Ceresa/B.Cook) in inf.num.; 16:48 (0-4) D.Tudin (B.Cook/M.Van Guilder) in sup.num.; 45:19 (0-5) T.Spinell (M.Spinell); 50:56 (1-5) P.Wunderer (A.Esposito/B.Sonne);
Arbitri:Alex Lazzeri e Luca Marri; Giudici di linea: Christian Cristeli e Simone Mischatti

Classifica:
Renon 60 punti
Val Pusteria 54 punti
Vipiteno 43 punti
Asiago 37
Fassa 27 punti
Valpellice 25 punti
Gherdeina 22 punti
Cortina 20 punti

29 Dicembre 2015


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

VOLLEY CHAMPIONS LEAGUE, ITAS TRENTINO ESPUGNA BERLINO 3-0

L’Itas Trentino mette in cassaforte il passaggio in semifinale di Champions League. Ieri sera in terra di Germania i gialloblù nella gara di andata dei quarti di finale superano per 3-0 il Berlin Cycling Volley. Un risultato mai in discussione e decisamente promettente in vista della gara di ritorno, in programma il 29 febbraio a … Continua a leggere

ICE HOCKEY LEAGUE, BOLZANO MISSIONE COMPIUTA A GRAZ

Missione compiuta in terra di Carinzia. L’hockey club Bolzano Alto Adige Alperia è ai playoff, per la decima volta in undici stagioni. I biancorossi conquistano la certezza matematica grazie a una netta vittoria in casa del fanalino di coda Graz: 0 a 7 il risultato finale, in un match sempre in discesa per la compagine … Continua a leggere

SILANDRO, UN MORTO NELLA CANTINA INVASA DAL FUMO

Tragico l’esito dell’incendio divampato nella serata di sabato in una cantina nel centro di Silandro in Val Venosta. Una persona è stata trovata esanime dai vigili del fuoco nella cantina invasa dal fumo, ed è stata trasportata all’ospedale di Silandro, dove però è deceduta in rianimazione. Altre tre persone sono state portate all’ospedale per intossicazione … Continua a leggere