GIORNATA DELLA MEMORIA: APPELLO DI KOMPATSCHER CONTRO I NAZIONALISMI

A 71 anni dalla liberazione del campo di concentramento e di sterminio di Auschwitz da parte dell’Armata rossa, l’imperativo, secondo il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, è quello di “restare vigili e mai indifferenti”. In occasione della Giornata della memoria che viene celebrata domani (mercoledì 27 gennaio) il governatore ricorda: “L’anno scorso ho potuto visitare i campi di Auschwitz e Birkenau assieme a un gruppo di ragazzi altoatesini, tirolesi e trentini di Promemoria Auschwitz [nella foto]. E’ stata un’esperienza davvero molto forte e molto toccante”. Per il presidente della Provincia è ancora oggi necessario “mettere in guardia sui rischi del diffondersi di sentimenti come il nazionalismo, il razzismo e il disprezzo degli altri esseri umani”. Ogni anno che passa i testimoni della barbarie diventano sempre meno “e per questo – aggiunge Kompatscher – diventa sempre più importante tenere vivo il ricordo di ciò che successe, per fare in modo che non avvenga mai più”. Tutte cose da tenere a mente anche per gli altoatesini, dal momento che “la nostra terra – ricorda il presidente – si è sempre ritratta come terra delle vittime, ma anche qui ci furono complici e carnefici”. [mda]

26 gennaio 2021


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

Eventi Radio NBC