ASTRAZENECA: IN TRENTINO LE PRENOTAZIONI CONVERTITE IN PFIZER

Foto: Italpress ©

Foto: Italpress ©

Le vaccinazioni con AstraZeneca prenotate per questi giorni in Trentino a persone sotto i 60 anni dovranno essere riconvertite in dosi Pfizer. Ove questo non sia possibile le somministrazioni dovranno essere rinviate. Lo ha deciso la task force provinciale a seguito della circolare del Ministero della Salute inviata alle Regioni e relativa ad ulteriori indicazioni relative alla somministrazione del vaccino AstraZeneca. In attesa di nuove determinazioni congiunte che scaturiranno dal confronto previsto nelle prossime ore fra Stato e Regioni, la task force ha diffuso anche altre indicazioni. Chi ha ricevuto la prima dose con AstraZeneca, indipendentemente dall’età, potrà effettuare la seconda dose con il medesimo vaccino. Chi ha più di 60 anni effettua le vaccinazioni con le modalità già programmate. La task force trentina consiglia di attendere le indicazioni che perverranno nei prossimi giorni prima di prenotare ulteriori vaccinazioni con AstraZeneca sotto i 60 anni (cioè i nati nel 1962 e successivi). [mda] [Ascolta l’intervista al segretario della Cisl di Trento Michele Bezzi]


8 aprile 2021


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

Eventi Radio NBC