Giudiziaria

AGGRESSIONE A LEVICO, GIP DISPONE I DOMICILIARI PER IL 41ENNE

Accolta richiesta di scarcerazione, ribadita legittima difesa

Il Gip del Tribunale di Trento ha accolto la richiesta presentata dall’avvocato della difesa di scarcerazione del 41enne di origine albanese per l’aggressione ai danni di un cittadino marocchino di 49 anni avvenuta lo scorso lunedì 17 giugno a Levico. Il giudice – apprende l’ANSA – ha quindi disposto gli arresti domiciliari. Il 41enne, accompagnato dall’avvocato Nicola Zilio, ha confermato di forte al Gip la versione rilasciata ai carabinieri al momento dell’arresto, ribadendo come la sua sia stata una reazione di legittima difesa nei confronti di un aggressione subita e a protezione della figlia di tre anni, presente al momento dei fatti. In merito al cutter utilizzato nell’aggressione, l’uomo ha spiegato che si tratta di strumento di lavoro, dotato di una lama di ridotte dimensioni, che tiene normalmente con sé.

21 Giugno 2024


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

VOLLEY CHAMPIONS LEAGUE, ITAS TRENTINO ESPUGNA BERLINO 3-0

L’Itas Trentino mette in cassaforte il passaggio in semifinale di Champions League. Ieri sera in terra di Germania i gialloblù nella gara di andata dei quarti di finale superano per 3-0 il Berlin Cycling Volley. Un risultato mai in discussione e decisamente promettente in vista della gara di ritorno, in programma il 29 febbraio a … Continua a leggere

ICE HOCKEY LEAGUE, BOLZANO MISSIONE COMPIUTA A GRAZ

Missione compiuta in terra di Carinzia. L’hockey club Bolzano Alto Adige Alperia è ai playoff, per la decima volta in undici stagioni. I biancorossi conquistano la certezza matematica grazie a una netta vittoria in casa del fanalino di coda Graz: 0 a 7 il risultato finale, in un match sempre in discesa per la compagine … Continua a leggere

SILANDRO, UN MORTO NELLA CANTINA INVASA DAL FUMO

Tragico l’esito dell’incendio divampato nella serata di sabato in una cantina nel centro di Silandro in Val Venosta. Una persona è stata trovata esanime dai vigili del fuoco nella cantina invasa dal fumo, ed è stata trasportata all’ospedale di Silandro, dove però è deceduta in rianimazione. Altre tre persone sono state portate all’ospedale per intossicazione … Continua a leggere