TRENTO: ATTIVO IL CONTROLLO DI VICINATO

a

In Trentino sono più di 500 al giorno le chiamate che arrivano al 112 per richieste di soccorso, emergenze o segnalazioni di situazioni pericolose. Per rendere i cittadini ancora più partecipi e attenti alla sicurezza è stato sottoscritto a Trento il progetto “Controllo di vicinato”, strumento di prevenzione della criminalità basato sulla partecipazione attiva dei residenti che collaborano con le forze di polizia statali e locali. Il protocollo, sottoscritto dal sindaco di Trento Alessandro Andreatta e dal prefetto Sandro Lombardi, prevede l’istituzione di gruppi di vicinato che tramite dei coordinatori riferiscono alle forze di polizia comportamenti sospetti o situazioni inusuali. I gruppi di controllo non si sostituiscono alle forze dell’ordine, alle quali spetta l’attività di repressione e ricerca degli autori dei reati. Piazza Dante, Santa Maria Maggiore, la Portela, rimangono le zone calde del centro storico, dove viene fatto il maggior numero di segnalazioni.[po]

18 ottobre 2019


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

Eventi Radio NBC