OMICIDIO OBRIST. ODIO CONTRO LE DONNE OCCIDENTALI

OBRIST

C’è uno spaventoso retaggio culturale dietro il massacro di Marianne Obrist, la giovane donna di Bressanone uccisa a colpi di mazza da baseball e di bastonate da Rabin Badr, il suo compagno marocchino di 35 anni. L’uomo è stato condannato all’ergastolo con riduzione della pena a 30 anni di reclusione per effetto del rito abbreviato scelto per il processo. Ora il giudice Peter Michaeler ha depositato le motivazioni della sentenza. E’ così emerso che la donna ha pagato con la vita la decisione di ribellarsi alle continue angherie che doveva subire quotidianamente dal compagno . Una tragedia – ha scritto il giudice in sentenza – figlia di un retaggio culturale che considera la donna sottomessa totalmente all’uomo.

23 febbraio 2019


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

Eventi Radio NBC