INAUGURATO L’ANNO GIUDIZIARIO AL TAR DI TRENTO. MASSIMA EFFICIENZA, NESSUN ARRETRATO

Nel 2017 il Tar di Trento ha confermato la propria efficienza rispetto a tante altre realtà nazionali del comparto. In organico mancano tre magistrati ma i contenziosi sono per fortuna diminuiti in termini anche sensibili. Lo ha sottolineato la presidente Roberta Vigotti in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario 2018. Lo scorso anno il tempo medio per la definizione dei ricorsi ordinari è stato di 176 giorni, 30 in più rispetto al 2016, ma rimane comunque al di sotto della media nazionale. Come già accennato il contenzioso si è ridotto del 27% rispetto ai ricorsi depositati nel 2016 e del 50% rispetto a quelli depositati nel 2015. Sono dati che dimostrano, probabilmente, anche una maggiore attenzione dei diritti dei cittadini nel rapporto con la pubblica amministrazione. Le statistiche indicano però un notevole aumento delle liti relative all’applicazione dei contratti pubblici, che nel 2015 rappresentavano il 5,1% del totale, nel 2016 l’11,5% e attualmente raggiungono il 14,6%. Come ha sottolinea la presidente Vigotti, il Tar di Trento non ha arretrati pur operando con 3 magistrati in meno di quello previsti per legge.


9 febbraio 2018


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

Eventi Radio NBC