HOCKEY AHL. IL RENON INIZIA CON UNA PESANTE SCONFITTA

jesenice

Grazie alla larga vittoria casalinga contro il Cortina per 7:1, la formazione slovena dello Jesenice balza al comando al termine della prima giornata della nuova stagione della AHL (2018/19). Diverso destino per le ultime due finaliste dell’ultima edizione della AHL. I Campioni in carica dell’Asiago superano il Salisburgo a domicilio per 3:0 con tanto di shutout mentre il Renon cade pesantemente in quel di Lustenau per 7:3. Si segnala che la partita tra l’Hockey Milano Rossoblu ed il VEU Feldkirch non è stata giocata per le condizioni del ghiaccio.
HDD SIJ Acroni Jesenice – Sportivi Ghiaccio Cortina Hafro 7:1 (0:0, 3:0, 4:1)
Referees: METZINGER, WIDMANN, Bergant, Markizeti

Il primo goal della nuova stagione arriva da Jesenice. Ci vogliono 27 minuti ai padroni di casa per confezionare la prima rete a loro favore quando Erik Svetina rompe l’equilibrio. Dopo questa marcatura, la formazione di casa si sblocca ed allunga velocemente con Tadej Cimzar. Proprio il centro degli sloveni sarà un fattore decisivo in questo match con i suoi tre goal ed un assist. Nel terzo tempo i “Red Steelers” avanzano e segnano altre quattro marcature. Il Cortina mitiga il risultato con Luca Barnabò che supera Clarke Saunders per il 7:1 finale a favore dei balcanici.

Goals Jesenice: Svetina (27./Rodman-Stojan), Cimzar (30./Pem-Tavzelj, 53./Brus-Basic, 56./Pem-Basic), Urukalo (45./Jyrkkiö-Kalan), Brus (49./pp/Pem-Cimzar)
Goal Cortina: Barnabo (59./Adami-Moser)

Red Bull Hockey Juniors – Migross Supermercati Asiago Hockey 1935 0:3 (0:1, 0:1, 0:1)
Referees: LOICHT, RUETZ, Legat, Rinker

Nonostante la maggiore pressione del Salisburgo in attacco (14 tiri contro i 5 degli avversari), è l’Asiago che chiude in vantaggio il primo periodo con la rete di Davide Conci (6′) che sblocca il risultato a favore degli ospiti. Nel primo periodo, giocato su alti ritmi, i salisburghesi hanno costruito molte chance per pareggiare il risultato ma non hanno trovato lo spunto vincente grazie anche alle parate di Frederic Cloutier o per aver colpito il palo. I Campioni in carica della AHL trovano maggiore vigore nel secondo tempo quando iniziano a mettere pressione dalle parti della difesa austriaca. Il Salisburgo ha due buone occasioni per pareggiare ma le sbaglia mentre il capitano Federico Benetti si dimostra un buon cecchino per il raddoppio giallorosso. Nel terzo tempo i Juniors aumentano lo sforzo ma non è mai abbastanza per superare le attente maglie dei veneti. L’Asiago chiude i conti al 52′ quando il nuovo arrivo Michele Marchetti sigla il 3:0 che è anche il risultato finale in favore dei berici.

Goals Asiago: Conci (6./Olivero), Benetti (37./Stevan), Marchetti (53./Naclerio)

EC-KAC II – EK Die Zeller Eisbären 3:8 (1:1, 0:3, 2:4)
Referees: DURCHNER, LENDL, Arlic, Crnkic

Il Klagenfurt-II è la prima squadra a passare in vantaggio grazie alla rete di Nikolaus Kraus che realizza a metà del primo tempo. Ma la reazione degli ospiti non si fa attendere ed è il capitano Franz Wilfan che pareggia i conti dopo due minuti. Gli Orsi Polari dimostrano il loro valore nel secondo tempo e Daniel Nageler ribalta il risultato per lo Zell am See. Poi la formazione ospite allunga decisamente il passo e trova le reti di Peter Leblanc e Luke Oakley per un risultato che al termine dei primi due drittel premia lo Zell am See per 4:1. Nel terzo tempo gli attacchi si scaldano e si registrano complessivamente sei rete ma la vittoria dello Zell am See non è mai stata in discussione. Mentre Wilfan completa il suo hat-trick, Tobias Dinhopel e Fredrik Widen aggiungono ulteriori reti sul conto degli ospiti. Per i padroni di casa in evidenza Cirtek ed ancora Kraus che mitigano il passivo per i Carinziani.

Goals: 1:0 11/EQ #80 Kraus (#91 Kreuzer, #98 Obersteiner), 1:1 13/EQ #57 Wilfan (#27 Dinhopel, #26 Herzog), 1:2 28/PP2 #23 Nageler (#32 LeBlanc, #97 Widen), 1:3 31/EQ #32 LeBlanc (#97 Widen, #44 Scholz), 1:4 41/PP1 #9 Oakley (#44 Scholz, #23 Nageler) , 2:4 48/PP1 #94 Cirtek (#80 Kraus, #32 Würschl), 2:5 49/EQ #57 Wilfan (#26 Herzog), 2:6 54/PP1 #27 Dinhopel (#4 Krammer, #43 Oraze), 2:7 54/EQ #97 Widen (#32 LeBlanc), 3:7 56/EQ #80 Kraus (#91 Kreuzer), 3:8 58/EN,SH1 #57 Wilfan (#24 Schernthaner, #43 Oraze)

EC Bregenzerwald – EC „Die Adler“ Stadtwerke Kitzbühel 4:3 SO (1:1 2:1 0:1 0:0 1:0)
Referees: BENVEGNU, A. LAZZERI, Bedana, Piras

E’ Simeon Schwinger che sblocca il risultato sul ghiaccio di Dornbirn a favore dei “Walder” dopo 4′ di gioco. Ma poco più tardi arriva il pareggio del Kitzbühel con l’attaccante Tuomas Kinnuen che supera l’estremo dell’ECB Thomas Stroj. Poi il Bregenzerwald si dimostra capace in attacco quando Maximilian Hohenegg realizza il nuovo vantaggio della squadra del Vorarlberg mentre Schwinger completa la sua doppietta. Ma la gara non è finita. I Tirolesi reagiscono ed accorciano le distanze con Gert Karitnig e poi quando mancano quattro minuti alla fine del terzo tempo impattano il risultato con Adam Havlik. Il match scivola all’overtime ma non succede nulla. E’ di Daniel Ban il rigore decisivo che regala il punto in più al Bregenzerwald.

Goals: 1:0 EQ 03:09 Schwinger S. (Järvinen A.), 1:1 EQ 07:43 Kinnuen T. (Marthinsen A.), 2:1 PP1 20:40 Hohenegg M. (Ban C.), 3:1 EQ 24:36 Schwinger S. (Järvinen A. Hohenegg M.), 3:2 EQ 32:51 Karitnig G. (Lenes P.), 3:3 EQ 35:53 Havlik A. (Lenes P.), 4:3 PS 65:00 Ban D.

EHC Alge Elastic Lustenau – Rittner Buam 7:3 (1:1, 6:0, 0:2)
Referees: GAMPER, WALLNER, Kainberger, Oberhuber

È stata una partita molto combattuta dall’inizio con il Lustenau che ha le migliori possibilità. Il Ritten ha preso il comando del risultato quando Andreas Lutz (17 ‘) ha aperto le marcature in shorthanded. Solo 16 secondi dopo, il nuovo acquisto del Lustenau, Chris D’Alvise, ha pareggiato il risultato. I Leoni poi ruggiscono nel periodo centrale quando riescono a segnare sei reti in 14 minuti con Marc-Andre Vallerand che ha fatto una tripletta. Nella terza frazione la formazione del Vorarlberg ha rallentato un po’ ed il nazionale italiano Alex Frei ha mitigato il parziale degli ospiti con due marcature. Il Lustenau ha vinto la gara per 7:3 Questa è la più cocente sconfitta del Renon nella storia della AHL.

Goals: 0:1 Andreas Lutz (16.14/sh/Eisath), 1:1 Chris D‘Alvise (19.44/Kreuter-König), 2:1 Marc-Andre Vallerand (25.36/Putnik-Labrecque), 3:1 Marc-Andre Vallerand (28.57/pp2/Labrecque-Grabher-Meier), 4:1 Philip Putnik (33.30/Labrecque-Vallerand), 5:1 Max Wilfan (34.09/Koczera-Winzig), 6:1 Marc-Andre Vallerand (38.39/Putnik-Wilfan), 7:1 Adis Alagic (39.42/Labrecque-Vallerand), 7:2 Alex Frei (50.42/Tudin-Lescovs), 7:3 Alex Frei (58.30/Spinell-Tudin)

HC Fassa Falcons – HK SZ Olimpija 1:4 (0:1; 0:2; 1:1)
Referees: MOSCHEN, VIRTA, M. CRISTELI, De ZORDO

La gara è subito saldamente nelle mani del Lubiana che parte meglio degli avversari e dimostra fisco e condizione. Primo powerplay dell’incontro e prima rete dei Draghi Verdi: buona triangolazione e rete di Saso Rajsar (4.). L’unica occasione vera dei Falcons è sulla stecca di Martin Castlunger e di Diego Iori ma il portiere Us Zan para. Nel secondo tempo il Fassa è più intraprendente ma le reti sono sempre della formazione balcanica che si dimostra implacabile dalle parti dell’estremo Gianni Scola. Prima Anej Kujavec (33.), dopo un errore della difesa del Fassa, e poi con Martin Cepon (39.) con un tiro dalla blu in powerplay, permettono alla formazione ospite di ipotecare il risultato. Nel terzo tempo sale la tensione con una penalità partita per parte (prima Soel Costantin e poi Miha Zajc). Il Lubiana allunga in doppio powerplay con Ales Music (51.) mentre il talentuoso Marco Marzolini firma l’unica ed ultima rete dell’incontro per i Falcons (54.).

Goal FAS: 4:1 Marco Marzolini (54:56/PP1/Iori-Schiavone);
Goals HKO: 0:1 Saso Rajsar (04:14/PP1/Planko-Kranjc); 0:2 Anej Kujavec (33./Chvatal-N.Brus); 0:3 Kristjan Cepon (39:23/PP1/Svete-Orehek); 0:4 Ales Music (51:32/PP2/Koren-Kranjc);

HC Gherdeina valgardena.it – Wipptal Broncos Weihenstephan 1:4 (1:0; 0:1; 0:3)
Referees: F. GIACOMOZZI, PODLESNIK, Bedynek, P. Giacomozzi

Il primo derby altoatesino è dei Broncos in una gara molto più combattuta di quanto non dica il risultato finale. Nonostante tre penalità contro il Gherdeina, la squadra di casa resiste bene e quando poi gioca il suo primo powerplay passa a condurre con la rete su rimbalzo del nuovo acquisto Michael Sullmann Pilser dopo un bel passaggio dall’angolo di Linus Lundstrom. Il Gherdeina cresce ma il primo tempo finisce con il minimo scarto. Nel secondo tempo la gara è molto ben giocata e pieno di ritmo con le due formazioni che mettono molto intensità. Jure Sotlar approfitta di un corridoio libero e sigla il pareggio (35.). Nel terzo tempo il Gherdeina cerca il vantaggio ma è il Vipiteno che sblocca il risultato grazie alla rete del nuovo attaccante Brandon McNally in powerplay. Nel finale le “Furie” ci provano per il pareggio con l’uomo in più ed in powerplay ma subiscono la rete di Kyle Just a porta vuota (1:3) dopo un errore in fase d’impostazione (58.). Poi è ancora Just a firmare il definitivo 4:1 per i Broncos su un’altra esitazione dei padroni di casa. I primi tre punti della IHL/ Serie A vanno ai Wipptal che così muovono la classifica anche della massima serie italiana.

Goals: 1:0 Michael Sullmann (11:00/PP1/Lundstrom-G.Vinatzer); 1:1 Jure Sotlar (35:46/McNally-Just); 1:2 Brandon McNally (47:51/PP1/Sotlar-D.Erlacher); 1:3 Kyle Just (58:37/EN/SH1/McNally-Borgatello); 1:4 Kyle Just (59:01/SH1/Mcnally)

16 settembre 2018


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

Eventi Radio NBC