ACCUSO’ L’AVVOCATO, IMPUTAZIONE COATTA PER LA BADANTE

Foto: Radio NBC Rete Regione

Foto: Radio NBC Rete Regione

Il giudice per le indagini preliminari Walter Pelino ha emesso un’ordinanza che dispone l’imputazione coatta a carico di Olga Barisheva per il reato calunnia ai danni dell’avvocato Thomas Ladurner. Sulla base delle dichiarazioni della donna, una badante ucraina, era finito a processo l’avvocato meranese Thomas Ladurner, accusato di circonvenzione di un’anziana non autosufficiente di cui era stato nominato amministratore di sostegno (l’anziana era assistita da Barisheva). La Procura aveva chiesto una condanna a 6 anni. Ladurner, che aveva anche trascorso tre mesi agli arresti domiciliari, era stato poi assolto e completamente scagionato dalle accuse rivelatesi infondate. Venne poi avviata un’indagine per calunnia a carico da Barisheva, ma la Procura aveva chiesto l’archiviazione. Ora il giudice Pelino ha disposto l’imputazione coatta. [fm]

17 gennaio 2020


CONDIVIDI

© RadioNBC.it - Riproduzione riservata




Primo Piano

Eventi Radio NBC